OLIO

HOME

EMAIL


VINI

VINO CHIANTI D.O.C.G. DOCG dei Colli Fiorentini

VINO ROSSO TOSCANO IGT

VINO BIANCO TOSCANO IGT

VINO SANTO STOIATO

CANTINA APERTA AL PUBBLICO PER VENDITA DIRETTA OGNI SABATO, E VENDITA ON LINE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI RIGUARDO I PREZZI ED EVENTUALI ORDINI CONTATTARE DIRETTAMENTE IL TITOLARE AL NUMERO 335 8290414 OPPURE VIA MAIL A info@ilcavallone.it

PER LEGGERE LA RECENSIONE DEI VINI PRESENTATI AL VINITALY CLICCARE IL SEGUENTE LINK

PER IL VIDEO PRESENTAZIONE DEI VINI GIRATO DALLA CAMERA DI COMMERCIO DI FIRENZE IL LINK E' IL SEGUENTE

IN ITALIANO

http://www.youtube.com/watch?v=Q3MIEzTWo1U

IN INGLESE

http://www.youtube.com/watch?v=_JF5us2hFFk

 

IL VIDEO GIRATO DA TELE 37 NEL 2006 DURANTE LA LAVORAZIONE DELLE OLIVE

http://www.youtube.com/watch?v=m2L4AoX1Zls

 

VINO CHIANTI D.O.C.G. DOCG dei Colli Fiorentini

Vino Chianti DOCG dei Colli Fiorentini, prodotto da uve selezionate e vendemmiate a mano, la combinazione è quella tradizionale del chianti; 80% sangiovese, 10% cannaiolo, 5% malvasia e trebbiano, 5% vitigni complementari tradizionali. Viene usata la tecnica tradizionale del rigoverno alla toscana, che consiste nell’ aggiungere al vino nuovo appena fermentato, una piccola parte di uve che hanno appena iniziato la fermentazione. Questa pratica tradizionale conferisce al prodotto una fragranza particolare, derivata da una prolungata macerazione sulle bucce di vitigni scelti appositamente, e favorisce la completa trasformazione degli zuccheri in alcol, cosa che può essere difficoltosa nelle uve particolarmente zuccherine, prodotte da viti non più giovani. Il vino viene poi inviato all’invecchiamento dove viene passato nei barriques di rovere, per conferirgli l’aroma del legno, in seguito viene imbottigliato e ulteriormente invecchiato in bottiglia (“Il vino si forma nel legno ma si affina nel vetro).

scarica scheda prodotto

ROSSO DI MONTELUPO

VINO ROSSO IGT TOSCANO


E' il nomedi un famoso bacile creato nel 1509 a Montelupo, nella bottega di Lorenzo di Piero di Lorenzo Sartori. Così chiamato per il particolare pigmento rosso usato nella decorazione, la cui composizione rimane a tuttoggi un mistero. E' uno dei capolavori della maiolica rinascimentale italiano, sia per lostato di conservazione, il bacile è integro nonostante i cinquecenno anni, che per la tecnica e la ricchezza cromatica e figurativa. E' conservato nel Museo Archeologico e della Ceramica di Montelupo.

Il vino è ottenuto con Malvasia nera e Cabernet Souvignon, vinificati in rosso con prolungata macerazione sulle bucce, fermentazione malolattica naturale e adeguato affinamento in bottiglia.
Ne risulta un vino morbido e molto profumato, facile da bere.
Il suo colore profondo, il suo corpo robusto e la morbidezza dei suoi tannini nobili lo rendono particolarmente indicato per abbinare a secondi piatti dal sapore forte,o formaggi stagionati

scarica scheda prodotto

LA FALCONIERA

VINO BIANCO IGT TOSCANO

Il nome femminile di questa opera di un artista montelupino del fine 1400 e conservata al museo di Berlino, ben si addice a questo vino dai profumi floreali e delicati

Sette mesi devono passare prima che questo vino sia pronto, il tempo necessario in cui i profumi si raccolgano e si affinino. La malvasia lunga del chianti e il trebbiano toscano
formano questo prodotto, ma un'attenta vinificazione e il giusto affinamento gli permettono di esprimersi.
Da consumarsi fresco ma non ghiacciato, alla temperatura di 10-14°, da solo come aperitivo o abbinato a pesce o formaggi freschi.

scarica scheda prodotto

VIN SANTO STOIATO

Vino santo stoiato, prodotto da uve bianche, trebbiano e malvasia, le quali vengono poste su stuoie ad essiccare, in modo da fargli perdere una certa quantità di acqua, e di esaltare gli aromi, vengono in seguito pressate ed il mosto ottenuto viene messo in caratelli (appositi barilotti di legno della capacità di 50-100 kg. ) ove resta per almeno tre anni, passato questo tempo viene tolto dal legno, filtrato ed imbottigliato. Il vinsanto che si produce è discretamente alcolico e abbastanza secco, sia per il lungo tempo di invecchiamento, sia per le proprietà dei legni usati, mantiene comunque quegli aromi di frutta secca che contraddistinguono il prodotto fatto usando le tecniche tradizionali.